Sotto altri cieli
Scritto da Giuseppe Sofo   
mercoledý 09 aprile 2008
Ci sono tanti motivi per cui partiamo in viaggio. Città da visitare, luoghi da vedere, persone da incontrare o da ritrovare. Io sono partito un po' perché era un sogno lontano, di un bambino che guarda a una cartina e vede che anche in scala quel continente era più grande delle mie mani, più di quanto pensavo sarei mai riuscito ad abbracciare nel corso di una vita. E poi sono partito per presentarmi alle otto di mattina nell'ufficio di un'università, senza avvertire nessuno, e dire buongiorno, come se niente fosse, a persone a cui penso da sette mesi. Certo, anche per la Monument Valley, le montagne rocciose, per la vista di San Francisco all'arrivo e quella di New York alla partenza. Per 7.500 km sulla strada da dividere con un amico, la nostra musica e i deserti e le città e le montagne. Poi un giorno arrivo al Grand Canyon e non riesco più a parlare. Guardo giù e anche le vertigini spariscono, per darmi la possibilità di godere di quello spettacolo. Dopo qualche ora la luce cala, arriva il tramonto, poi il buio, e non c'è più niente da vedere. Partiamo pensando di non poter vedere nient'altro di simile. In una strada secondaria, verso Flagstaff, Arizona, e ci fermiamo dopo un'ora, solo per bagnare il ciglio di una strada di tutto il caffè che abbiamo bevuto. Mi fermo e guardo in alto, non so neanche perché. Chiedo al mio amico di spegnere le luci della macchina e di venire fuori. Per la prima volta nella mia vita, dopo ventitré anni, ho visto qualcosa che davo per scontato. Che non conoscevo. Senza una luce nel raggio di decine di chilometri, c'eravamo noi, il buio e un cielo enorme. E ho capito che ho viaggiato per vedere il cielo, che a Sassuolo non è lo stesso. È solo una fotografia attaccata sopra le nostre teste di qualcosa che un giorno qualcuno ha visto, certo non da queste parti.


Commenti
Nuovo Cerca
Commenta
Nome:
Email:
 
Website:
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 
Please input the anti-spam code that you can read in the image.

3.22 Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."